Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera

Pericolo di grandine su area di riferimento di 100 m2: dimensione della grandine con periodo di ritorno di 100 anni

Pericolo di grandine su area di riferimento di 100 m2: dimensione della grandine con periodo di ritorno di 100 anni

Le mappe del pericolo di grandine mostrano valori di ritorno della dimensione della grandine LEHA-100 stimati statisticamente per il periodo di ritorno di 100 anni. LEHA-100 descrive la più grande dimensione di grandine stimato su un'area di riferimento di 100 m2 . È derivato dalla dimensione massima della grandine stimata per chilometro quadrato dall'algoritmo radar MESHS (dati radar di MeteoSvizzera per il periodo 2002-2020).Le nuove mappe del pericolo di grandine rappresentano la dimensione della grandine in funzione del periodo di ritorno T. Esse descrivono la dimensione della grandine che sarà superata nelle condizioni climatiche attuali, per l'area di riferimento, con una probabilità di 1/T per anno. La mappa per 50 anni mostra, per esempio, quale dimensione ci si può aspettare sul lungo termine in media una volta ogni 50 anni, o con una probabilità del 2% all'anno. Queste mappe forniscono una base aggiornata per valutare il pericolo locale di grandine. La mappa delle zone di grandine dell'allegato G1 della norma SIA 261/1 (2020) rimane valida senza modifiche. MESHS: Maximum Expected Severe Hail Size è definito come la dimensione massima della grandine stimata per chilometro quadrato. Questo significa che la maggior parte dei chicchi di grandine all'interno di quest'area sono più piccoli. LEHA: Largest Expected Hail on a reference Area è una derivazione matematica dalla dimensione della grandine MESHS relativa al chilometro quadrato. Descrive la dimensione massima della grandine che ci si può aspettare su un'area di riferimento più piccola. In casi eccezionali, un chicco di grandezza MESHS può colpire quest'area di riferimento più piccola, ma questo accadrà raramente. DOI: https://doi.org/10.18751/Climate/Griddata/CHHC/1.0

Difesa, Protezione della popolazione e Sport

Inventario dei monumenti dell'esercito e di guerra in Svizzera

Inventario dei monumenti dell'esercito e di guerra in Svizzera

L'Inventario dei monumenti dell'esercito e di guerra in Svizzera comprende circa 900 sculture, pietre e targhe commemorative, stele, obelischi o statue che sono state erette nel corso degli anni in Svizzera per commemorare eventi e persone della storia militare. Ricordano vecchie battaglie svizzere, la presenza di forze armate straniere in Svizzera, incidenti e catastrofi, unità di truppe sciolte, personalità di spicco dell'esercito o i due servizi attivi del 20° secolo e sono classificate di conseguenza. Alcuni eventi rilevanti per la storia militare che non possono essere assegnati a queste categorie sono anche registrati in una categoria speciale.

Ufficio federale dell'ambiente UFAM

Fasce altitudinali modellati per 1975

Fasce altitudinali modellati per 1975

Questa carta mostra la quota delle diverse fasce della vegetazione forestale in Svizzera per il periodo 1961-1990. Le seguenti fasce altitudinali sono presenti solo nelle valli meridionali: «iperinsubrica», «collinare con faggio» e «montana inferiore/superiore». Per sviluppare questa carta sono state quantificate e affinate le fasce altitudinali presentate in Frehner et al. (2005/2009). A tale scopo, i rispettivi limiti superiori sono stati modellizzati e combinati con i modelli degli areali di faggio e abete (areale principale, secondario e relitto). (Zischg et al. subm.). Anche il limite superiore naturale della foresta è stato modellato usando una procedura analoga (Könz et al. 2021). I parametri climatici e dati geologici di base sono stati utilizzati come base per modellizzare i limiti e le areale.

Ufficio federale dell'energia

Potenziale di laghi e fiumi per il prelievo e l'immissione di calore

Potenziale di laghi e fiumi per il prelievo e l'immissione di calore

Il recupero di calore da laghi e fiumi è una fonte di energia termica importante ma poco sfruttata. In Svizzera questa fonte di energia rinnovabile potrebbe essere usata per riscaldare (prelievo di calore) e raffreddare (immissione di calore), poiché molte città sorgono vicino a laghi e fiumi e la relativa tecnologia è ben consolidata. Sulla base di semplici ipotesi è stato stimato il potenziale dei maggiori laghi e fiumi della Svizzera per il prelievo e l'immissione di calore. Le caratteristiche specifiche dei differenti corpi idrici sono state prese in considerazione solo parzialmente. I dati ricavati devono essere intesi come valori indicativi e non possono pertanto essere utilizzati come base per una pianificazione definitiva. La valutazione è stata eseguita da Eawag, l'Istituto per la Ricerca sulle Acque nel Settore dei Politecnici Federali, e finanziata dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM). Questo set di dati illustra il potenziale dei maggiori laghi e fiumi svizzeri per il prelievo e l'immissione di calore.

Aggiornamenti